fbpx
Annunci

Pagnotta rustica

5 Curiosità sul pane

Nonostante la quarantena e i quintali di pane sfornato, non mi stancherò mai di farlo.

Mi piace il profumo della farina che matura, adoro annusare il poolish, con cui è stato fatto questo pane, mi inebria il buon odore che emana il forno quando cuoce il pane.

Mi diverte sopratutto cimentarmi con nuovi impasti e nuovi metodi, ma sono alcune curiosità che hanno catturato la mia attenzione.

  • Fare il pane necessita di precisione assoluta. Sapevate che l’aerografo di Chopin è uno strumento che serve per calcolare la forza e l’estensibilità dell’impasto
  • Il pane è usato per tantissime ricette, e ogni paese ha la sua storia. Gli indiani, per esempio, con il pane duro ci fanno un dolce chiamato Halva
  • Il pane può essere usato anche come strumento di seduzione, non ci credete? Guardate La fornaia di Monceau di Eric Rohmer
  • Anche per il pane, come per la pizza, esiste un museo, si trova nella città tedesca Ulm
  • E’ stata italiana la pagnotta che ha vinto il Guinness dei primati. Lunga più di un km, impastata da 18 fornai in Sicilia, hanno usato 1300kg di farina, 150 lt di olio e 17kg di sale.

Scrivetemi nei commenti la cosa più curiosa che sapete o che vi è capitata legata al pane.

Pagnotta rustica

x 4 pezzi

Per il POOLISH

180 gr di farina tipo 0

180 gr di acqua a 20°

1 gr di lievito di birra

IMPASTO

500 gr di farina 0

330 gr di acqua 20-25°

1 gr di lievito di birra

10 gr di sale.

Il giorno prima ( alla sera) prepara il Poolish.

Versa in una ciotola l’acqua, fai sciogliere il lievito di birra e poi aggiungi la farina, mescola per ottenere un composto omogeneo, copri con pellicola e fai riposare per circa 16 ore

Il giorno dopo occupati dell’impasto; in una planetaria versa la farina e il lievito e falla andare, aggiungi il poolish e poco a poco aggiungi l’acqua, questo è un passaggio delicato perché l’acqua va versata a poco alla volta per evitare che si formi un impasto liquido. Aggiungi acqua solo quando quella precedente è stata assorbita dall’impasto. Infine aggiungi il sale.

Metti l’impasto in una ciotola e copri per un’ora, fai due pieghe con intervallo di 20/30 minuti.

Dividi l’impasto in 4 parti da 250 gr e forma le pagnotte, e mettile su di un telo infarinato. Lascia riposare lontano dagli spifferi per circa 50 minuti coperto da uno strofinaccio inumidito.

Scalda il forno al massimo e inserisci una pentola con dell’acqua. Infornate le pagnotte per circa 25 minuti.

Annunci

2 thoughts on “Pagnotta rustica

  1. Ciao, volevo se le metto sulla carta da forno, invece che sul telo infarinato, fa qualche differenza? Grazie😉

    1. Ciao Maria, puoi metterle si sulla carta forno, ma ti consiglio di spolverare con della semola. Metti la parte della chiusura appoggiata sulla carta forno e poi prima di infornare le giri aiutandoti con il tarocco

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close