fbpx

Orecchiette con verza salsiccia e mandorle

Ogni cervello è tribunale | nonna Teresa | 

Mia nonna me lo diceva sempre. Mi ripeteva questa frase molto spesso. È vero, ognuno pensa a modo suo e non sai mai cosa aspettarti dalla gente. Ci sono dei comportamenti inspiegabili.  Per fortuna si incontra anche della gente a posto.

Non so voi, ma i pazzi li trovo tutti io????

Intanto mi consolo con queste orecchiette Michelangelo Di Ianni che ha trovato un metodo di produrre questo firmato di pasta che sembrano davvero fatte a mano. Incredibile, sono assolutamente da provare. Fatte con grano antico similia, riescono a tenere la cottura in maniera perfetta. Io le ho condite con verza salsiccia e mandorle tostate 

x 4

350 gr di orecchiette Dragonara potete acquistarle qui https://www.dragonara.eu/prodotto/orecchiette-saragolla-da-kg-05/

200 gr di verza

150 gr si salsiccia

100 gr di mandorle affettate a lamelle

mezzo bicchiere di vino bianco secco

3 cucchiai di parmigiano reggiano

2 cucchiai di olio EVO

sale e pepe qb

Lava e affetta a listarelle la verza. Fai scaldare una padella antiaderente e versa la salsiccia privata del suo budello. Fai sciogliere il grasso e non appena inizia a sfrigolare versa la verza e fai sfumare con il vino, regola di sale e pepe e fai cuocere per circa 12 minuti.

In un padellino fai tostare le mandorle e tienile da parte

In una pentola con abbondante acqua salata fai cuocere le orecchiette e scola 4 minuti prima della cottura, fai ultimare la cottura nella padella e alla fine versa l’olio a crudo, il parmigiano e le mandorle.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close