fbpx

Penne alla vodka

Sono quella che sono.
Un caso inconcepibile
come ogni caso……..
…….La sorte, finora,
mi è stata benigna.
Poteva non essermi dato
il ricordo dei momenti lieti.
Poteva essermi tolta
l’inclinazione a confrontare………

Questi versi di Wislawa Szymborska mi fanno sempre riflettere tutte le volte che mi capitano sotto gli occhi.

Cerchiamo sempre di essere migliori, di essere qualcun’altro, di essere perfetti, ma quante volte ci fermiamo a riflettere su chi siamo davvero?

Quante volte ci lamentiamo di cose inutili? E quante volte invece ringraziamo di essere quelli che siamo?

Quante volte guardiamo il giardino del vicino credendo che sia più verde?

Troppo spesso capita di voler vivere altrove, di cambiare lavoro, di essere diversi, poche volte ci fermiamo a ringraziare di quello siamo diventati, grazie alle nostre esperienze, ai nostri errori, alle nostre manie.

Grazie, è una parola semplice e non ci deve costare fatica.

Vi lascio questa ricetta che a me ricorda la mia infanzia e ringrazio i miei genitori per avermi cresciuto e fatto diventare quello che sono. Senza fronzoli e senza smancerie, ma con sentimenti veri.

X 4

360 gr di penne

100 gr di pancetta tesa

100 gr di passata di pomodoro

mezza cipolla

mezzo bicchiere di vodka

50 ml di panna da cucina

Metti sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata.

Nel frattempo, fai sciogliere la pancetta in una padella, aggiungi la cipolla tagliata sottilissima e lascia cuocere, aggiungi la vodka e fai sfumare. A questo punto versa la passata e lascia insaporire il sugo.

Versa la pasta nell’acqua e falla cuocere.

A questo punto versa la panna nella padella, fai respingere qualche minuto. Aggiungi la pasta e mescola bene in padella per amalgamare il tutto.

Servi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close